Uncategorized

NUOVI OBBLIGHI DICHIARATIVI PER ACQUISTI IMMOBILIARI TRAMITE SOCIETA’.

Il 13 Gennaio 2016, il Financial Crimes Enforcement Network (“FinCEN”), una divisione del Dipartimento del Tesoro Americano responsabile delle politiche di prevenzione del riciclaggio di denaro, ha intrapreso una nuova iniziativa destinata a rilevare le identità degli acquirenti della contea del Miami Dade e di Manhattan che utilizzano delle “Transazioni Coperte” per i loro investimenti immobiliari. Nello specifico, FinCEN ha emesso un Geographic Targeting Order (“GTO”), un’ordinanza che richiede alle compagnie di assicurazione del titolo immobiliare di rilevare le identità di coloro che acquistano immobili residenziali nella Contea di Miami Dade e Manhattan attraverso aziende, qualora gli importi superino rispettivamente 1 milione o 3 milioni di dollari. Tale GTO doveva essere in vigore dal 1 Marzo 2016 al 27 Agosto 2016. Invece, il 27 Luglio del 2016, il Fincen ha annunciato di prolungare tale inziativa fino al 23 Febbraio 2017 ed estendarla agli stati del Texas e California per acquisti di importi superiori, rispettivamente, a 500.000  e 2 milioni di dollari.

Solo le “Transazioni Coperte” sono soggette alla nuova ordinanza.

Una “Transazione Coperta” e’ una transazione in cui:

  1. una Persona Giuridica (una corporation, una società a responsabilità limitata, una società di persone o una simile entità Americana o straniera),
  2. acquista beni residenziali immobili dal valore di oltre 1 milione di dollari, se situati nella contea di Miami Dade, dal valore di oltre 3 milione di dollari, se situati a Manhattan, dal valore di oltre 500.000 dollari, se situati in Texas, dal valore di oltre 2 milioni di dollari se situati in California;
  3. senza alcun finanziamento; e
  4. paga, almeno una parte, in contanti, con un assegno circolare, un assegno certificato, un assegno turistico ( “Traveller’s Cheque”), o un vaglia postale.

Se la transazione è una “Transazione Coperta,” la compagnia di assicurazione dovra’:

  1. segnalare l’identità del “Rappresentante dell’Acquirente,” ovvero dell’individuo che rappresenta la società attraverso la quale verrà stato acquistato l’immobile, presentando una copia della patente di guida o del passaporto;
  2. segnalare l’identità della società proprietaria (la società attraverso la quale è stata acquistata la proprietà);
  3. segnalare l’identità dei Beneficiari della società proprietaria, ovvero ogni individuo che detiene direttamente o indirettamente una partecipazione nella società uguale o superiore del 25%, presentando una copia della patente di guida o del passaporto di ogni Beneficiario;
  4. se la società proprietaria è una società a responsabilità limitata (“LLC”) , segnalare le identità di tutti i suoi membri (anche coloro che possiedono meno del 25%); e
  5. segnalare la data di chiusura del contratto di acquisto, l’importo totale trasferito in contanti e/o assegni, il prezzo totale di acquisto e l’indirizzo del bene immobile acquistato;

Due Punti Importanti:
Ci sono due questioni importanti da sottolineare. In primo luogo, una “Transazione Coperta” non comprende le transazioni in cui il pagamento è realizzato interamente tramite bonifico bancario. Per cui, se l’Acquirente invia l’intero importo mediante bonifico, la transazione non sarà oggetto di segnalazione FinCEN, nonostante tali acquisti siano spesso etichettati come acquisti “in contanti” a causa della mancanza di finanziamenti.

In secondo luogo, l’ordinanza non fornisce alcuna indicazione su chi possa coprire il ruolo di “rappresentante dell’Acquirente,” definito come “l’individuo incaricato di rappresentare l’Acquirente.” Tale individuo può essere l’agente immobiliare, l’avvocato, o semplicemente il principale dirigente aziendale della società proprietaria  (vale a dire, il presidente di una società o  il Direttore di un LLC).

 

Nota. Questo articolo vuole semplicemente fornire informazioni di natura generale. Cerco di aggiornarne il contenuto periodicamente, ma non posso garantirne l’aggiornamento nel momento in cui l’articolo viene letto. Nessuno deve agire basandosi sulle informazioni in esso contenute senza ottenere un preventivo parere di un professionista in grado d’analizzare le circostanze particolari di un individuo o di una società. ( Leggere il Disclaimer)

 

Annunci
Uncategorized

Siete residenti fiscali USA e non avete mai dichiarato nulla? Ecco la soluzione

In un precedente post, ho brevemente spiegato come determinare se siete residenti fiscali USA o meno. Un residente USA non è solo soggetto alle tasse americane su tutto ciò che possiede nel mondo, ma deve anche dichiarare tali possedimenti.
L’ IRS ha introdotto diverse procedure per alleviare le sanzioni altissime imposte sui residenti fiscali USA dall’IRS per la mancata dichiarazione di beni e redditi all’estero.
Le procedure che descriveremo in questo post sono le seguenti:
– OVDP: OFFSHORE VOLUNTARY DISCLOSURE PROGRAM;
– SVDP: STREAMLINED VOLUNTARY DISCLOSURE PROGRAM.
La OVDP.
La OVDP prevede innanzitutto la presentazione di 8 anni di Dichiarazioni dei Redditi e di 8 anni di FBAR (moduli nei quali dichiarare specifici conti bancari esteri). Le tasse emergenti dalla OVDP vanno pagate per intero e a queste si applica altresì una sanzione del 20%. Per quanto riguarda i moduli FBAR, c’è una sanzione del 27,5% sull’importo più alto raggiunto dai conti correnti esteri nel corso degli 8 anni.
La OVDP è una procedura che può essere adottata sia da un Cittadino Americano residente negli USA sia da un non residente. L’importante vantaggio che la OVDP permette di conseguire è che essa protegge dalla “prosecution”: è, in sostanza, uno scudo con valenza anche penale. Questo aspetto è particolarmente importante perché in caso di audit da parte dell’IRS, la OVDP rappresenta un schermo protettivo, che invece NON è presente nello Streamlined Offshore Program.
Lo Streamlined Offshore Program.
Lo Streamlined Offshore Program, infatti, si caratterizza per il fatto che il Cittadino Americano che la adotta dichiara “under penalties of perjury” (ossia sotto giuramento) che gli errori e le omissioni da lui compiute erano “non willful,” ossia commesse involontariamente. Ciò che interessa all’IRS e’ determinare se le condotte omissive siano state in qualche modo “architettate” e frutto non di ignoranza della legge ma di “furbizia” e calcolo.
Questo punto è molto rilevante, dato che qualora, a seguito di un audit dell’IRS, dovessero emergere segnali di “willfulness,” l’IRS avrebbe la possibilità di iniziare una “prosecution” contro l’individuo per aver dichiarato il falso nella premessa della Streamlined.
Detto questo, la Streamlined si suddivide in due ulteriori gruppi:
– il Domestic Streamlined Program;
– il Foreign Streamlined Program.
Il Foreign Streamlined Program è dedicato ai Residenti Fiscali Americani residenti all’estero e pertanto prevede una serie di “facilitazioni”:
– 3 anni di dichiarazioni dei redditi Americane;
– 6 anni di FBAR;
– NESSUNA SANZIONE: si pagano solo le imposte emergenti dalle dichiarazioni.
Il Domestic Streamlined Program è stato pensato per i Residenti Fiscali Americani residenti in America. Si caratterizza per lo stesso tipo di adempimenti del Foreign Streamlined Program (3 dichiarazioni dei redditi e 6 FBAR) ma prevede, oltre al pagamento delle imposte, una sanzione del 5% sul massimo importo raggiunto nei 6 anni di FBAR  alla fine dell’anno (mentre la OVDP prende a riferimento il più alto valore raggiunto nel corso dell’anno) dai conti correnti esteri nel corso dei 6 anni di riferimento.
Uncategorized

I migliore stati in cui formare la vostra società.

Ormai siete pronti ad iniziare il vostro business e il primo passo da completare è la creazione di una società. Secondo il sistema societario degli Stati Uniti, non è necessario formare una società nello stato in cui avete intenzione di condurre le vostre attività,  a patto che  la vostra azienda venga classificata come “foreign”, o “out of state.” Tuttavia, ogni stato ha il proprio sistema giuridico e fiscale, ed è quindi opportuno dare un’occhiata a queste differenze.

In questo articolo, abbiamo brevemente evidenziato alcune delle differenze FISCALI.

La Tax Foundation ha creato un Index per mettere a confronto i sistemi fiscali degli  Stati Americani.Secondo il sito web della Tax Foundation, i migliori stati per aprire una società sono:

  1. Wyoming
  2. Florida
  3. Nevada
  4. Delaware (non incluso nell’indice della Tax Foundation, ma spesso utilizzato per incorporare  delle società).

Mentre le tasse di proprietà sono imposte da ogni stato, ciò che rende più “tax friendly” questi quattro stati è la mancanza e/0 un’ imposta più bassa sul reddito delle società, sul reddito individuale, o sulle vendite. Delaware, Wyoming, e Nevada non impongono l’imposta sul reddito delle società o sugli individui  (anche se il Nevada impone tasse sulle entrate lorde); mentre la Florida non impone un’imposta sul reddito delle persone fisiche ma impone una (bassa) tassa sul reddito delle società.

Gli Stati meno Tax friendly per aprire una società sono:

  1.  Louisiana
  2. Maryland
  3.  Connecticut
  4.  Rhode Island
  5.  Ohio
  6.  Minnesota
  7.  Vermont
  8.  California
  9.  New York
  10.  New Jersey

Questi ultimi 10 stati tendono ad avere regole particolarmente complesse per istituire la società e una tassazione più alta.

Nota. Questo articolo vuole semplicemente fornire informazioni di natura generale. Cerco di aggiornarne il contenuto periodicamente, ma non posso garantirne l’aggiornamento nel momento in cui l’articolo viene letto. Nessuno deve agire basandosi sulle informazioni in esso contenute senza ottenere un preventivo parere di un professionista in grado d’analizzare le circostanze particolari di un individuo o di una società. ( Leggere il Disclaimer)