Uncategorized

BREXIT: UNA “MIAOPPORTUNITA'”?

Lo shock iniziale del voto “Brexit” (La recente decisione dell’ Inghilterra e Galles di lasciare l’Unione Europea) è ormai nel passato, insieme con le turbolenze previste nei mercati economici mondiali. Il temuto crollo dell’economia dell’UE non e’ accaduta, e probabilmente non accadrà mai. La sterlina britannica si e’ infatti ripresa dalla sua breve caduta nel periodo immediatamente successivo all’uscita del paese dall UE.

Brexit e’ ormai diventata una lotta politica tra l’UE e il governo britannico, i quali avranno circa due anni di negoziati per sistemare i loro accordi commerciali.

Sono state fatte moltissime speculazioni sull’impatto del fenomeno Brexit su Miami e il Sud Florida offrendo delle prospettive positive e negative.

Brexit presenta interessanti opportunità per il settore immobiliare della nostra città – fino a quando le tendenze globali e storiche rimarrano generalmente stabili.

In situazioni di incertezza, si cerca la stabilità e la sicurezza economica: dal punto di vista americano, le conseguenze  immediate della Brexit hanno visto un aumento della borsa della nostra nazione e la continua forza del dollaro. Guardando al futuro, si può prevedere che l’instabilità percepita in Europa (e altre parti del mondo) porterà ad un enorme interesse e a nuove forme d’ investimento negli Stati Uniti. Gli USA sono sempre stato un rifugio sicuro per gli investitori globali, e in questa epoca di incertezza, la sicurezza economica e’ fondamentale. Non appena le conseguenze a lungo termine di Brexit verranno a realizzarsi, molti investitori stranieri inizieranno a concentrare i loro investimenti nell’economia Americana, in quanto relativamente stabile . Come è stato per molti anni, Miami offre un fascino unico a questi investitori.

Gli  investitori di tutto il mondo potranno trovare in Miami la stessa sicurezza finanziaria ofretta dalle altre grandi città americane, con il vantaggio di  una temperatura ottimale tutto l’anno, le spiagge, la vita notturna, uno speciale stile di vita, e  l’assenza di tasse sul reddito imposte dallo Stato (in America la tassa sul reddito viene imposta sia a livello federale, quindi una tassa uguale in tutti gli Stati, che a livello Statale dove ogni stato impose la propria tassa).

Miami offre le migliori possibilità nel campo immobiliare a livello mondiale, superiore a New York, Parigi, Hong Kong e Londra. I fatti lo confermano: Come riportato nel Global Property Guide, i dati relativi al Giugno 2016 indicano che un appartamento medio a Londra costa circa 2909 $ / per Square feet. A Miami Beach, il costo è di $ 770 / per Square Feet  e a Miami, solo il $ 475 / per Square feet.

Lo status di Miami come principale città “gateway”  (città con crescenti flussi di merci e di persone) degli Stati Uniti, con  voli internazionali diretti disponibili in ogni periodo dell’anno,   rafforza il suo settore immobiliare. Tra le quattro città gateway principali  degli Stati Uniti (New York, Los Angeles, San Francisco e Miami), il settore immobiliare di Miami è il più conveniente.

Inoltre, anche se Miami non si e’ ancora ripresa del tutto dal crollo del 2008, i prezzi sono aumentati costantemente dal 2011. Secondo un analisi relativa al Luglio 2016, i prezzi degli immobili sono aumentati del 6,4 % da Maggio 2015 a Maggio 2016, superando gli aumenti registrati nelle altre citta’ degli Stati Uniti dell’1,5 %.
Questo sviluppo soprendente comprende anche le proprietà commerciali, dove l’interesse degli investitori dell’Asia, del Medio Oriente e dell’Europa è aumentato drammaticamente.

Esempi recenti includono:

  • l’acquisto da parte del gruppo China City Construction e del Da Tang Group di 2.39 acri nel 1430 South Miami Avenue;
  • l’acquisto da parte del gruppo China City Construction di un acro nel 6700 Collins Avenue (che ha già ricevuto approvazioni preliminari per la costruzione di condominio);
  • l’acquisto da parte del gruppo Zurich Nord America (la filiale di una grande compagnia di assicurazioni svizzera) di un palazzo commerciale a Coral Gables per $57.5 milioni;
  •  l’acquisto da parte del Gruppo Sumitomo Corporation of America (la divisione dell’emisfero occidentale della  multinazionale giapponese Sumitomo Corp.) dell’ iconica Miami tower per $ 220 milioni; e
  • l’acquisto da parte del gruppo Al Rayyan Turism Investment Company (con sede in Qatar),già proprietario del St. Regis Bal Harbour, del Viceroy Hotel per $ 64.5  milioni.

Orlando potra’ avvertire  una lieve discesa: Purtroppo, mentre le opportunità di Miami e la regione meridionale potrebbe essere immediate,  Brexit potrebbe danneggiare la sezione nord della Florida. Prima del voto, la sterlina inglese (come quasi tutte le valute estere) ha perso valore contro il dollaro statunitense. Il 17 luglio 2015, il suo valore era $1,56; il 16 luglio 2016 aveva chiuso a $ 1,32 (il valore più basso post-Brexit  è del 7 luglio a $1,29). Il calo del 15% nell’ultimo anno potrebbe portare molti turisti inglesi e meno investitori, ma non fermerà coloro che cercano investimenti sicuri e solidi.

Così, mentre l’immobiliare di Orlando potrebbe vedere meno investimenti da parte di inglesi, l’immobiliare di Miami sarà in crescita sia sul campo  commerciale che residenziale e attirerà più capitale straniero nonostante il cambio sfavorevole.

Vi lascio con questo fatto interessante: Secondo il Miami Association of Realtors, gli acquisti di case unifamiliari e condomini oltre $ 1 milione da parte di cittadini britannici sono raddoppiati dal gennaio 2015 – nonostante, come già detto, la sterlina fosse scesa contro il dollaro. Forse un altro segno che Brexit potrebbe portare ad una vera e propria “Miapportunity.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...